//
you're reading...
Uncategorized

AFFRONTARE IL PERICOLO

Tornando da Roma su un volo Alitalia, ho letto sulla rivista “Ulisse” una citazione di Friedrich Hölderling: “Dove cresce il pericolo cresce anche ciò che salva” che mi ha incuriosito.
Martin Heidegger riprese questa citazione, in chiave filosofica, nella sua “ La questione della tecnica”.
Non voglio addentrarmi in ragionamenti filosofici, ma mi preme fare una riflessione su questa affermazione che trovo molto interessante e attuale.
La nostra vita è un susseguirsi di “pericoli”, grandi o piccoli che siano, che siamo chiamati ad affrontare ed ognuno di noi ha la “propria” visione di quanto una situazione possa essere pericolosa.
Questa “diversità” dipende da molteplici fattori dovuti a quella che è la nostra storia.
Un bambino è per natura molto più “temerario” a tre anni che a dieci e un anziano è molto più “saggio” di un giovane per quanto riguarda il suo posizionamento rispetto agli eventi.
La ragione e l’esperienza sono dunque buone consigliere che ci aiutano a non fare passi falsi che potrebbero causarci problemi.
Ma al contempo possono impedirci di accedere a tutta una serie di opportunità che potrebbero portarci beneficio: ciò che salva.
Generalizzando il concetto di pericolo, possiamo considerare “pericoloso” tutto ciò che si discosta dai nostri “canoni di vita”, tutto ciò che ci appare “diverso” e che quindi ci mette in guardia.
Non possiamo evitare questo processo che è parte del funzionamento del cervello di ogni essere vivente ma possiamo “gestirlo” per evitare di cadere in una specie di “paranoia” del pericolo che ci porterebbe all’immobilismo.
Il coraggio e, perchè no, la temerarietà stemperata con un po’ di prudenza sono gli ingredienti base per superare l’impasse nella quale l’idea di pericolo ci fa cadere.
Sheryl Sandberg, la manager quarantaduenne che attualmente ha in mano la gestione aziendale di Facebook, ha una scritta in ufficio “Cosa faresti se non avessi paura? Io vi dico: è vero che la fortuna aiuta gli audaci. I vostri desideri non devono essere schiacciati dai vostri timori.
Se sappiamo cosa vogliamo (punto di partenza ineluttabile!) perchè mai dovremmo precluderci la vittoria a causa di condizionamenti o luoghi comuni?
Nella vita, sappiamo che, anche se è un “luogo comune”, non c’è nulla di “gratuito”: tutto ha un “prezzo” più o meno alto in funzione di quello che vogliamo e non possiamo evitare di pagarlo.
Troppo spesso ci si “nasconde” dietro il “pericolo” solo perchè non si ha il coraggio di prendere il volo.
Prima di dire “no” facciamoci un esame di coscienza ed esaminiamo bene, sinceramente e obiettivamente chi siamo, quali sono i nostri punti forti, i nostri talenti, quali sono i valori nei quali crediamo e allora la nostra visione di quello che consideravamo come una minaccia potrà trasformarsi in una vera opportunità.

Gianluca Maria Regis

Annunci

Informazioni su gianlucamariaregis

Coach

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

GIANLUCA MARIA REGIS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: